VUOI RIATTIVARE IL TUO ACCOUNT? - Puoi trovare le istruzioni per riattivare il tuo account del vecchio forum qui:

app.php/riattivazione-account

La Multiuso di Umberto Borile

Trail, ovvero motociclette da sentiero, o dichiaratamente da motoalpinismo. Sono moto non estreme, semplici e robuste, mettono subito a loro agio anche i meno esperti grazie a potenze limitate e selle basse. Economiche e bisognose di poche cure, spesso spartane, sono sicuramente lontane dalle mode, ma vicine allo spirito di questo forum
Avatar utente
Hunter
Messaggi: 562
Iscritto il: lun 10 nov, 2014 6:26 pm
Località: Milano

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Hunter » lun 18 mar, 2019 2:48 pm

Coincidenza e null'altro, poi il proto Multiuso aveva il motore da falciaerba, con accensione a cordino a strappo.
Best Regards,
Stefano
Multi .... un quaicos anca mi.

Aioò, Dimonios, Avanti forza Paris.

Avatar utente
Hunter
Messaggi: 562
Iscritto il: lun 10 nov, 2014 6:26 pm
Località: Milano

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Hunter » dom 07 apr, 2019 3:54 pm

Oggi minuta manutenzione, complice la pioggia.

Lo strumentino contakm ha avuto una mini defaillance, alcuni segmenti dei cristalli liquidi che compongono i numeri sono spenti. Inoltre non riuscivo più a leggere i numeri dei km percorsi e ho deciso di intervenire. Quindi brugola del 3, brugola del 4 e via in garage. Smontata una delle due brugole del "portanumero" e allentata l'altra, ho ruotato il portanumero, messo a nudo la caveriea ho sconnesso i due blocchetti che alimentano lo strumento. Ovviamente i due distanziali cilindrici che separano il portanumero dall'intelaiatura dei fari e questa dal telaio si sono subito lanciati nel vuoto tentando di perdersi. Vabbè, recuperati e messi nella scatola della viteria, ma mi hanno fatto girare maroni e meningi; via con la brugola del 3 a smontare lo strumento. Sono salito a casa e con un cacciavite a croce ho smontato il frontale di plastica dello strumento, il vetrino era coperto internamente di una polverina bianca di cui non riesco a capire la provenienza. Un vecchio pennello da barba e la polvere se ne è andata ed il vetrino è tornato trasparente. Poi ho preso il tester e ho cominciato a verificare i contatti tra i piedini del circuito stampato e i contatti dello schermo a cristalli liquidi. Appena ho toccato i primi due contatti, tel chi che il tester comincia a suonare. Bene uno l'ho trovato, ed era l'unico. Ho messo in pista il fratello che con stagno e saldatore è meglio di me, 5 minuti e il tester questa volta è rimasto muto.
Rimontato tutte le plastiche sono tornato in garage con un'idea per i due distanziali rompiballe e per i loro colleghi sull'altro lato, 4 quadretti di biadesivo, i distanziali rimangono attaccati al telaio dei fari da ora fino al momento in cui non li separerò.
Ho dato corrente al quadro, i numeri sono tornati perfetti e perfettamente leggibili grazie alla pulizia interna. È una quarantina di minuti di una domenica noiosa sono passati.
Best Regards,
Stefano
Multi .... un quaicos anca mi.

Aioò, Dimonios, Avanti forza Paris.

ivan6106
Messaggi: 211
Iscritto il: gio 19 gen, 2012 11:33 pm
Località: ascoli piceno

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da ivan6106 » lun 08 apr, 2019 11:14 am

in effetti quella polverina bianca l'ho dovuta togliere anche io, credo che sia la colla usata x tenere ferma la schedina elettronica che si secca e con le vibrazioni si sbriciola

Avatar utente
Hunter
Messaggi: 562
Iscritto il: lun 10 nov, 2014 6:26 pm
Località: Milano

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Hunter » lun 08 apr, 2019 6:36 pm

Oddio, la resina che c'era se n'è andata nel giro di un secondo, magari era lei, prima o poi ci metto qualche cosa in sostituzione.
Best Regards,
Stefano
Multi .... un quaicos anca mi.

Aioò, Dimonios, Avanti forza Paris.

cristinaventuri
Messaggi: 47
Iscritto il: dom 11 dic, 2016 7:04 pm
Località: Bardolino (VR)

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da cristinaventuri » gio 11 apr, 2019 2:40 pm

Stesso problema, smontato e pulito l'interno del vetrino tempo fa, adesso il problemino si è riproposto, ripuliremo.
Fatta la revisione, sono andato con lo scarico "libero", cioè col tubo diritto, senza camera di espansione. Ho voluto provare. È passata, al pelo, ma è passata :clap: :)
Ascolto la musica col giradischi e ampli a valvole, sono antiquato.

Marco.

Avatar utente
maurrox
Messaggi: 569
Iscritto il: ven 26 dic, 2014 12:23 am

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da maurrox » gio 11 apr, 2019 3:02 pm

... =:-0 =:-0 ... stai dicendo che è passata con lo scarico libero?
Senza la pignattina sotto?
Scorpa TY-S 180 F

Avatar utente
Hunter
Messaggi: 562
Iscritto il: lun 10 nov, 2014 6:26 pm
Località: Milano

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Hunter » gio 11 apr, 2019 3:57 pm

Ciao Marco, no, cioè, senza lo scatolotto sottosella, quello che ti brucia le cosce d'estate o senza il "barattolo" finale?
Sono MOOOLTO interessato.
Best Regards,
Stefano
Multi .... un quaicos anca mi.

Aioò, Dimonios, Avanti forza Paris.

ivan6106
Messaggi: 211
Iscritto il: gio 19 gen, 2012 11:33 pm
Località: ascoli piceno

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da ivan6106 » gio 11 apr, 2019 4:34 pm

presumo quello sottosella, senza il finale credo sia impossibile passare la revisione

Avatar utente
Hunter
Messaggi: 562
Iscritto il: lun 10 nov, 2014 6:26 pm
Località: Milano

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Hunter » gio 11 apr, 2019 5:23 pm

penso anche io che sia il brusa ball :) :clap:
Best Regards,
Stefano
Multi .... un quaicos anca mi.

Aioò, Dimonios, Avanti forza Paris.

cristinaventuri
Messaggi: 47
Iscritto il: dom 11 dic, 2016 7:04 pm
Località: Bardolino (VR)

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da cristinaventuri » gio 11 apr, 2019 8:14 pm

Si, proprio la brusa ball. Ero raccomandato da un mio amico meccanico, ecco perché ho tentato la fortuna. Alla fine il gentilissimo titolare dell'officina, alla mia domanda se la piccola avesse passato la revisione senza raccomandazione, ha risposto di si.
Ascolto la musica col giradischi e ampli a valvole, sono antiquato.

Marco.

Rispondi