VUOI RIATTIVARE IL TUO ACCOUNT? - Puoi trovare le istruzioni per riattivare il tuo account del vecchio forum qui:

app.php/riattivazione-account

La Multiuso di Umberto Borile

Trail, ovvero motociclette da sentiero, o dichiaratamente da motoalpinismo. Sono moto non estreme, semplici e robuste, mettono subito a loro agio anche i meno esperti grazie a potenze limitate e selle basse. Economiche e bisognose di poche cure, spesso spartane, sono sicuramente lontane dalle mode, ma vicine allo spirito di questo forum
Pinus
Messaggi: 263
Iscritto il: gio 21 feb, 2013 8:25 pm

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Pinus » dom 11 nov, 2018 5:30 pm

Gli pneumatici, per auto, o moto, devono essere uguale per ogni asse. Poiché le moto hanno solo uno pneumatico per ogni asse, va da sé che si possono montare pneumatici diversi avanti e dietro, purché di misure elencate nella carta di circolazione. Avere la patente e guidare significa anche conoscere obbligatoriamente le norme.

Avatar utente
carlo
Messaggi: 4271
Iscritto il: mar 19 giu, 2007 4:37 pm
Località: Quartu S.Elena (CA) - Sardegna

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da carlo » lun 12 nov, 2018 3:05 pm

Pinus ha scritto:
dom 11 nov, 2018 5:30 pm
Poiché le moto hanno solo uno pneumatico per ogni asse, va da sé che si possono montare pneumatici diversi avanti e dietro
Premesso che non mi preoccuperei di andare in giro con pneumatici di tipo diverso...

Il regolamento europeo precedentemente citato qui e visibile qui e' abbastanza chiaro:
REGOLAMENTO (UE) N. 458/2011 DELLA COMMISSIONE ha scritto: Articolo 1
Campo di applicazione

Il presente regolamento si applica ai veicoli appartenenti alle categorie M, N e O, quali definiti dalla direttiva 2007/46/CE, allegato II
I veicoli delle categorie M, N e O sono veicoli con almeno 4 ruote e i rimorchi (https://ec.europa.eu/transport/road_saf ... egories_it). Il regolamento in questione non e' quindi applicabile ai motoveicoli (inclusi nella categoria L). In attesa che qualcuno chiarisca, citando una norma specifica, la situazione per le moto, credo che il dubbio sia legittimo.
Mappe utenti e motocavalcate/mulatrial
Quartu S.Elena, CA - Pianeta Terra
Honda CRF 230 F Easy Trail '04
I buoni vanno in paradiso, i cattivi vanno fuoristrada

Pinus
Messaggi: 263
Iscritto il: gio 21 feb, 2013 8:25 pm

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Pinus » lun 12 nov, 2018 4:37 pm

Il dubbio se lo è posto anche qualcuno degli agenti preposti al controllo. Hanno fermato un rumeno alla guida di una auto con 4 pneumatici di misure diverse, ma tutte previste sulla carta di circolazione. Il codice della strada non cita pneumatici sullo stesso asse. Alla fine hanno trovato che se ne parla nella normativa UE e nelle circolari italiane di attuazione.

Non lo trovi scritto perché tutto ciò che non è espressamente vietato, è consentito. Per le moto non esiste questo problema. Pertanto non esiste l'espresso divieto.

Avatar utente
carlo
Messaggi: 4271
Iscritto il: mar 19 giu, 2007 4:37 pm
Località: Quartu S.Elena (CA) - Sardegna

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da carlo » mar 13 nov, 2018 4:22 pm

Pinus ha scritto:
lun 12 nov, 2018 4:37 pm
Non lo trovi scritto perché tutto ciò che non è espressamente vietato, è consentito. Per le moto non esiste questo problema. Pertanto non esiste l'espresso divieto.
Non che il tuo discorso sia sbagliato, ma questo ha conseguenze abbastanza pesanti per l'utente medio. Come si fa a capire se qualcosa e' vietato? Rimanendo nell'ambito della circolazione stradale, e' abbastanza semplice, in tempi di Google, verificare l'assenza di divieto nel Codice della Strada e nel relativo regolamento di attuazione. Diverso e' verificare che non esistano regolamenti ue, circolari e quant'altro. Se non trovo niente e' perche' non c'e' niente o i parametri di ricerca sono incompleti o inesatti?

Ma questo e' decisamente OT...
Mappe utenti e motocavalcate/mulatrial
Quartu S.Elena, CA - Pianeta Terra
Honda CRF 230 F Easy Trail '04
I buoni vanno in paradiso, i cattivi vanno fuoristrada

Pinus
Messaggi: 263
Iscritto il: gio 21 feb, 2013 8:25 pm

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Pinus » mer 14 nov, 2018 3:21 pm

Io ho fatto il servizio militare come agente ausiliario nella Polizia di Stato. Forse mi ha aiutato nel cercare, leggere e interpretare. Tanto che per anni ho avuto belle disquisizioni con un mio amico avvocato. In ogni caso in Italia ciò che non è espressamente vietato, è consentito. Il problema della ricerca è che i codici erano liberamente accessibili una decina di anni fa, ora sembra di vivere un nuovo oscurantismo ed è difficile trovare risposte online gratuitamente. L'accesso alle banche dati è a pagamento e gli avvocati, per esempio, hanno gli abbonamenti, quindi possono eseguire ricerche. Quindi se hai un amico avvocato che può e vuole aiutarti, puoi chiedere a lui/lei. Altrimenti, il personale delle varie polizie è al servizio del cittadino e potresti chiedere a loro. Qui sul forum c'è anche l'esimio professor Angelo Farina, che sui codici mi sembra abbastanza ferrato.

Avatar utente
ruspa.48
Messaggi: 48
Iscritto il: mar 05 set, 2017 12:44 am
Località: Venezia

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da ruspa.48 » lun 26 nov, 2018 7:04 pm

carlo ha scritto:
mar 13 nov, 2018 4:22 pm
Pinus ha scritto:
lun 12 nov, 2018 4:37 pm
Non lo trovi scritto perché tutto ciò che non è espressamente vietato, è consentito. Per le moto non esiste questo problema. Pertanto non esiste l'espresso divieto.
Non che il tuo discorso sia sbagliato, ma questo ha conseguenze abbastanza pesanti per l'utente medio. Come si fa a capire se qualcosa e' vietato? Rimanendo nell'ambito della circolazione stradale, e' abbastanza semplice, in tempi di Google, verificare l'assenza di divieto nel Codice della Strada e nel relativo regolamento di attuazione. Diverso e' verificare che non esistano regolamenti ue, circolari e quant'altro. Se non trovo niente e' perche' non c'e' niente o i parametri di ricerca sono incompleti o inesatti?

Ma questo e' decisamente OT...
Buonasera Carlo, ti ringrazio per gli esaurienti commenti.
In attesa di un TESTO UNICO sul codice stradale (che prometto di mandare a memoria) ricompero un Mitas, ed imparo a belare. :worship:
Ho capito che la parola d'ordine nelle istituzioni pubbliche è creare il caos. Il popolo DEVE vivere nella perenne incertezza in ogni campo, così è più rassegnato e più controllabile. Ogni anno qualcuno aggiunge qualche nuova norma, in ogni campo, spesso per favorire qualche produttore amico. Nuove norme senza abrogare quelle precedenti, anche se in conflitto. Nell'"antincendio" ci sono oltre 30.000 DPR, Leggi, DL, e circolari, ciò nonostante si devono sempre rispettare le normative del 1954. Ricordo che tutti i camion dovevano comperare ed incollare sul retro 2 simboli dei limiti di velocità per strade urbane ed extraurbane - Oggi si vedono ancora per la strada gli adesivi con 60 - 80 Km/h- In autostrada ora vanno a 90, ma i pullman vanno a 100. Si vuole alzare la velocità in autostrada a 150 km/h quando in tutta Europa (con autostrade migliori e più sicure) il limite è 120 Km/h. In Svezia 110 Km/h. Obbligo di fari accesi anche di giorno.Tutti i veicoli con accensione obbligatoria appena giri la chiave. Multe e rotture di...pazzesche. Poi possibilità di usare le sole luci di posizione in centro abitato. Ora l'Europa li vieterà perchè si sono accorti che 200 Watt di luci sempre accese in ogni veicolo alla fine producono un notevole aumento del consumo e inquinamento. Altra cazzata sui sacchetti per la spesa. Renzi ...lasciamo perdere. Talmente costosi, anche in fatto di contabilità e fatturazione per l' IVA diversa, per cui quasi tutti al mercato ora usano quelli di carta. Ma esistono ancora le organizzazioni verdi che protestano perchè la carta implica deforestazione. Che bel paese.
co ea zè tènara ... ea se fà dura

Avatar utente
maurrox
Messaggi: 559
Iscritto il: ven 26 dic, 2014 12:23 am

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da maurrox » lun 26 nov, 2018 10:32 pm

Dai Ruspa non prendertela troppo ... a noi basta che ci lascino girare con le nostre motorette senza spaccare troppo le balle!!
Tieni presente che difficilmente (gratt gratt) con la multiuso causerai incidenti colossali tali da indurre le assicurazioni in causa a cercare il cavillo per non pagare. Poi se sei assicurato con la rinuncia alla rivalsa dovresti essere comunque coperto no? ... poi se prendi una multa è un'altra cosa ma non ci credo che ti fermino con la multi ... o sbaglio?
Scorpa TY-S 180 F

Avatar utente
Hunter
Messaggi: 558
Iscritto il: lun 10 nov, 2014 6:26 pm
Località: Milano

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Hunter » sab 15 dic, 2018 10:56 am

La #98 is back at home, l'è turnada a caa, insomma è tornata a casa.

Che cosa aveva? Non sono sicuro di aver capito bene. Ma è stata la combinazione di alcuni problemi.

A) non sono sicuro che lo statore sia il responsabile dello stop del motore, ma è stato cambiato,
B) la candela sembra si sia rotta e non scintillava più sull'elettrodo, cambiata;
C) il carburatore è stato smontato, soffiato, pulito e rimontato.

Dopodiché la #98 si è accesa impeccabilmente. Detto fra di noi, per me ha un sadico sentimento per cui ama farmi soffrire, oppure è una pigrona che con le sue magagnette se ne sta tranquilla in garage.

TUTTI, ma proprio tutti, mi dite e raccontate che è affidabile, le voglio bene, sia chiaro, ma ad oggi non posso definirla tale. Uffa.
Best Regards,
Stefano
Multi .... un quaicos anca mi.

Aioò, Dimonios, Avanti forza Paris.

Avatar utente
Misso
Messaggi: 1640
Iscritto il: gio 03 dic, 2009 1:49 pm
Località: Parma --- BetaAlpenstein250, ApriliaPegasoTrail660

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da Misso » dom 16 dic, 2018 9:36 am

Per quella che è la mia esperienza, TUTTE le mie moto sono sempre state affidabilissime … finchè non mi hanno lasciato a piedi !!! :rotfl!!:
Insomma, la ricetta per una moto affidabile è tanta manutenzione preventiva e una buona sacca dei ferri… ;) :notme:

cristinaventuri
Messaggi: 47
Iscritto il: dom 11 dic, 2016 7:04 pm
Località: Bardolino (VR)

Re: La Multiuso di Umberto Borile

Messaggio da cristinaventuri » dom 16 dic, 2018 8:40 pm

Io ho dovuto far rettificare il carburatore da Gianmaria un paio di anni fa, si era grippata la valvola a saracinesca. Mi pare di non essere il solo ad aver patito questo inconveniente.
Ascolto la musica col giradischi e ampli a valvole, sono antiquato.

Marco.

Rispondi